Un libro di Versi per storie Diverse

“ Di fatto, non esiste pazzia senza giustificazione e ogni gesto che dalla gente comune e sobria viene considerato pazzo coinvolge il mistero di una inaudita sofferenza che non è stata colta dagli uomini.. “ Alda Merini

  • Richiamando i principi proclamati nello Statuto delle Nazioni Unite che riconoscono la dignità ed il valore connaturati a tutti i membri della famiglia umana ed i diritti uguali e inalienabili come fondamento di libertà, giustizia e pace nel mondo.

“La nostra ricchezza collettiva è data dalla nostra diversità.” afferma Albert Jachard, noto scienziato e saggista francese.
Come non esser d’accordo con lui. La diversità è colore, cultura, ricchezza, scambio, crescita, necessità, fa parte della storia di ogni uomo.
La diversità è uno dei principali valori di cui la società dovrebbe farsi portavoce. Un valore da preservare e rispettare, ma soprattutto un valore da “insegnare”. Spesso, purtroppo, ci troviamo davanti ad una società che non è preparata ad accogliere questo patrimonio culturale e a farlo crescere; cosi la diversità da ricchezza diventa limite , e il risultato è un contesto sempre più povero.
Barriere architettoniche e barriere mentali, quali delle due limita di più l’individuo?

  • Ogni vita è una storia ed ogni storia merita di esser vissuta.

Un libro di Versi per vite Diverse è progetto che nasce dalla voglia di promuovere il benessere emotivo all’interno di quei luoghi in cui non è sempre semplice stare bene.
L’obbiettivo del progetto è quello di portare il libro all’interno di una struttura che ospita persone con svantaggi psichici e sociali, regalandogli un sorriso , e non solo, anche una buona dose di autostima e accettazione, che fanno sempre bene nella vita, a prescindere dalle circostanze che si vivono.
Con il termine biblioterapia si intende la terapia attraverso la lettura come strumento di promozione e crescita culturale, come strumento di aiuto, di acquisizione di conoscenze e promozione di consapevolezza in situazioni di disagio sociale oltre che come tecnica psicoeducativa.

  • “Chi vive, vive la propria vita; chi legge vive anche le vite degli altri. Ma poiché una vita esiste in relazione con le altre vite, chi non legge non entra in questa relazione e dunque non vive nemmeno la propria vita. La perde. La scrittura registra il lavoro del mondo” F. Camon

“Prescrivere” un libro aiuta la persona sofferente, o meno, a riflettere su di sé, a confrontarsi, a potenziare le sue capacità cognitive ed emotive. 
La lettura e il libro diventano allora strumenti di promozione della salute e del benessere personale.
Leggere può veramente dilatare lo spazio interiore e aiutare a trovare un baricentro, poiché la letteratura, in generale, si rivolge soprattutto al cuore, all’universo dei sentimenti e delle emozioni e offre uno strumento suggestivo e intenso per ormeggiare la propria interiorità e per conoscersi meglio.
I libri regalano benessere, sono una finestra sul mondo e una farmacia dell’anima.

Immagine
“Vuoto d’amore scritto tra le righe del tempo” di Rosa Maria, verrà omaggiato agli inquilini di una casa famiglia, che ospita persone con svantaggi psichici. L’evento ideato e finanziato dall’autrice ha come scopo quello di promuovere il benessere e l’integrazione sociale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...