La solitudine: il male del nuovo millennio

Se riflettiamo scopriamo che la nostra società è organizzata secondo una logica che implica inesorabilmente la solitudine. Per accorgersene basta far caso al fatto che viviamo in una società fondata sul profitto, sul consumo, sui valori che dividono gli uomini, sulle classi , sulla violenza. Tutte componenti della solitudine. Una società fondata sui valori del successo ad ogni costo inesorabilmente ci “costringe” a reprimere i nostri bisogni più profondi, vale a dire quelli della condivisione.Ormai poche persone sono capaci di condividere e di costruire con gli altri, tutti cercano di valicarsi l’un l’altro con il risultato di trovarci,poi, tutti sull’ultimo gradino della scala.
E’ più facile trovare fondi per costruire autostrade per i sani che ospedali per gli ammalati, perché i sani producono e consumano mentre i malati consumano soltanto. In una società in cui non c’è posto per tutti l’uomo è costretto a conquistarsi il proprio spazio di sopravvivenza con la logica dell’affermazione ad ogni costo, e allora scatta la solitudine che nasce dalla diffidenza e dalla difesa.
Siamo una società che ci obbliga a metterci di fronte all’altro come concorrente, come antagonista, come straniero, con tante maschere, anziché come esseri umani simili a noi.
 
In un momento di crisi -economica e sociale-come quello in cui ci troviamo,ritengo che ogni cittadino dovrebbe apportare il suo contributo, spendere, o meglio investire, un po’ del suo tempo per il “paese”.
Ci stanno “tagliando”/ togliendo tutto,dalla sanità all’istruzione. L’unico modo che abbiamo per salvarci e “abbattere i costi”,per farlo ,basterebbe che ognuno prestasse a titolo gratuito un po’ del suo tempo per il sociale, presso associazioni di pubblica assistenza, o culturali,o qual si voglia, comunque presso enti di promozione sociale…..OCCORRE FARE PROMOZIONE SOCIALE NON ABBIAMO ALTRO..
 
Rosa Maria
 
Immagine

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...